I cartelli più pazzi fuori da ristoranti e negozi

I cartelli più pazzi fuori da ristoranti e negozi

posted in Eco Itinerario on by with No Comments

Cartelli simpatici per divertire i clienti e spiegare in modo simpatico eventuali divieti.

Sono davvero tanti i cartelli che vengono esposti fuori dai vari esercizi commerciali e molti sono davvero divertenti. Eccone qualche esempio che abbiamo trovato in rete e che potreste sfruttare per le vostre attività!

Nella vetrina di un negozio di articoli da regalo si poteva leggere: “Commessa timida e mite. Entrate ed esaminate liberamente la merce”

Sulla vetrina di un lussuoso negozio di pellicce, invece, tra i cartelli uno recitava: “Le gentili signore che si fermano a guardare dalla strada, sono pregate di non sospirare troppo forte, per non appannare il cristallo della vetrina. Grazie”.

Nella vetrina di un negozio di abbigliamento di Parigi il titolare dimostrava di aver accettato con divertente rassegnazione i furti ricevuti: «Il nostro negozio è stato svaligiato sei volte in soli quattro anni. Questo garantisce la buona qualità della nostra merce!».

Tra i cartelli divertenti per i fraintendimenti che creano, vale la pena citare quelli di alcuni ristoranti: “Cena speciale: tacchino 2.50 dollari, pollo 2 dollari, manzo 3 dollari, bambini 2 dollari” oppure “Omelette spagnola (pomodoro, funghi, cipolla); omelette a sorpresa (due persone)”; indimenticabili anche quelli apparsi sulle vetrine di alcuni negozi: “Qui si vendono costumi da bagno per donne in due pezzi”, “Questa macelleria rimane aperta la domenica solo per i polli”, “si fanno giacche anche con la pelle dei clienti” oppure “Si vendono letti a castello per bambini di legno”. E che dire, poi, del parrucchiere che scrive che “Per ogni taglio di capelli vi faremo una lavata di capo gratis”? O quel di un negozio di ventilatori:  “Comprate qui: starete freschi”. E il fiorista che scrive: “Si inviano fiori in tutto il mondo via fax”?

Tra i cartelli più simpatici travati negli hotel e negli alberghi di tutto il mondo segnaliamo: “I clienti che trovano le cameriere scortesi dovrebbero vedere il direttore”,  “Siete invitati ad approfittare della cameriera”, o ancora “Vietato rubare gli asciugamani. Se non siete persone che fanno queste cose, siete pregati di non leggere questo cartello”, “Si prega di depositare l’argenteria di plastica qui” oppure “Poiche’ le nostre posate non contengono vitamine si prega di non prenderle dopo i pasti”, “Se ti vediamo fumare, penseremo che tu stia andando a fuoco e provvederemo di conseguenza”; da ultimo: “Per favore, fate il bagno nella vasca”.

Tra i cartelli, invece, più irriverenti segnaliamo “Comprasi roba vecchia, vendesi oggetti antichi”, quello di un rivenditore di usato: “Auto usate? Perché andare altrove per farsi imbrogliare? Prima venite qui” e quello di un negozio di Napoli “Non andate altrove a farvi rubare, provate da noi”!

E voi? Quale cartello appendereste nelle camere del vostro albergo o fuori dalla vetrina del vostro negozio? Raccontatecelo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.