“Spiare” i propri concorrenti è un fatto positivo

“Spiare” i propri concorrenti è un fatto positivo

posted in Dossier on by with No Comments

Spiare i nostri competitors permette di migliorarci

Spiare un competitor permette di capire i nostri errori e i nostri punti di forza, consentendoci di correggere la rotta e puntare solo su aspetti da cui possiamo trarre vantaggio. “Spiare” i nostri concorrenti per quanto riguarda i social è, infatti, molto importante, perché ci potrà aiutare a capire dove sbagliamo e come rimediare ai nostri errori.

La prima cosa da fare, però, è capire quali siano i nostri competitor: se siete un albergo 3 stelle di Madonna di Campiglio, infatti, è inutile che andiate ad analizzare i dati di un hotel 5 stelle in Versilia; i dati saranno, ovviamente, non confrontabili. Per un paragone realistico, quindi, dovrete prendere in considerazione e, quindi, “spiare” hotel 3 stelle che siano nelle vostre vicinanze, che abbiano uno stile e dei servizi simili ai vostri, con tariffe analoghe, così come recensioni affini alle vostre.

Una volta individuati i competitor con cui confrontarsi, si potrà partire con l’analisi degli account social. Molti sono i programmi gratuiti in internet tramite cui è possibile effettuare paragoni e analisi sia delle nostre pagine social che dei nostri competitor, rendendo lo “spiare” un gioco da ragazzi.

Iniziando da Facebook, è lo stesso social che mette a disposizione, nella nostra pagina degli Insights all’interno della categoria “Panoramica”, lo strumento per confrontare la nostra fanpage con quelle dei nostri concorrenti, permettendo di confrontare immediatamente il numero di fan e il livello di coinvolgimento.

Per analizzare Twitter, invece, potete utilizzare il programma Followerwonk: nella sezione denominata “Compare users”, basterà inserire il nostro account e quello dei nostri concorrenti per avere una panoramica generale sia dei Follower (ossia del numero di utenti che ci seguono) che dei Following (ossia chi seguiamo noi e i nostri competitors), il livello di coinvolgimento e i tweet fatti.

Per “spiare” più in generale i nostri concorrenti è possibile usare anche Simply Measured: questo programma permette di analizzare tutti gli account social sia nostri che dei nostri competitor, il traffico generato dai social verso il nostro sito e altri aspetti di web marketing molto interessanti.

Una volta che avremo raccolto tutti i dati da queste analisi, molto importante sarà riportare i dati in un foglio di lavoro simile a quello di Excel, che vi permetterà di la situazione sottomano. Per ogni canale andranno indicati il numero di fan, lo stile della comunicazione, le tipologie di contenuti condivisi e il tipo di argomenti che generano maggior coinvolgimento, i post con maggiori commenti e quelli che hanno ottenuto più like, condivisioni, etc.

Una volta completata questa tabella sarà più facile identificare i fattori che ci differenziano dai competitor, i punti di forza su cui contare e quelli da migliorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.