Campagne marketing sempre più personalizzate

Campagne marketing sempre più personalizzate

posted in Pillole Concrete on by with No Comments

La personalizzazione è la chiave per campagne marketing efficaci.

Sempre più spesso albergatori, ristoratori, negozianti, etc. sono alla ricerca di campagne marketing che siano veramente efficaci e sappiano conquistare i destinatari dei messaggi e convincerli all’azione. Ma il mondo del marketing, soprattutto quello digitale, è in continua evoluzione; che fare allora? Uno studio di un’agenzia di marketing suggerisce che il segreto sta nella personalizzazione del messaggio, non solo a livello di nome del destinatario, ma soprattutto a livello di interessi, luoghi, etc.

Per prima cosa è bene predisporre delle campagne marketing pensando al momento in cui questa verrà visualizzata e il mezzo sulla quale verrà vista. Vari studi, infatti, hanno dimostrato che in base all’orario un utente legge le mail su differenti supporti: durante il giorno, infatti, le email vengono aperte maggiormente sul pc durante il lavoro, mentre la sera sul tablet, magari mentre si sta guardando un film. Al mattino, invece, gli utenti sono più attivi sugli smartphone. E’ quindi importante capire quando inviare delle campagne marketing, per riuscire a ottenere il massimo dell’attenzione del destinatario. Ricerche hanno dimostrato che il momento migliore parrebbe essere la sera, quando l’utente non è impegnato a dare attenzione ad altro. Lo dimostrerebbero anche gli acquisti online, che nella prima serata sono maggiori rispetto ad altri momenti della giornata. La mattina appena svegli, invece, sembra essere il momento peggiore, in quanto gli utenti controllano velocemente le mail, leggono le notizie e gli stati su facebook e poi si recano al lavoro.

Molto importante sarà anche integrare le campagne marketing con elementi in tempo reale, che ci possono essere forniti tramite i cookies, per personalizzare al massimo l’esperienza. O dati che ci possono essere forniti, infatti, sono la posizione degli utenti, gli acquisti, il tipo di dispositivo che sta venendo utilizzato; questi dati possono essere sfruttati, per esempio, per inviare offerte promozionali quando sono nelle vicinanze, per invitarli a eventi particolari, oppure, sfruttando le sue abitudini di acquisto, sapere in anticipo quello di cui va in cerca, per poi indirizzarlo nella scelta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.